Jack’o’Lamp

Poca premessa.. Capita che fissi una bottiglia di Jack Daniel e pensi “Che spreco buttarla via! Potrei farci una lampada. Chi non l’ha pensato ? 😛

E allora (come nei migliori programmi di Fai da te..) vediamo come…
MATERIALE:

  • Bottiglia Jack Daniel (ma va bene qualsiasi bottiglia di liquore dal fondo robusto (Grand Marnier, Cointreau,..)
  • Trapano/avvitatore a batteria o anche dremel
  • Filo con interruttore per lampade (il mio l’ho recuperato da una lampada rotta ma nei negozi di fai da te si trova a 3/4 euro meglio se quelle già munite di portalampada)
  • Porta lampade
  • paralume (il più economico che ho trovato era tra i 5 e i 7 euro da Leroy Merlin)
  • punta da vetro da 6mm
  • Guanti da lavoro siliconici (teniamo conto che è sempre vetro)

Ora vediamo in pochi passi come ho fatto:

Tanto per cominciare ho praticato il foro sul retro della bottiglia vicino alla base. In questa fase è importante non avere fretta. La punta da vetro deve fare il suo lavoro senza spingere come forsennati. Bisogna lasciarla lavorare con calma. Tenete conto che tende un pò a scaldare. Qualcuno bagna con un po’ d’acqua il punto di fresatura per ridurre attrito e evitare che le vibrazioni possano far crepare il vetro.

Sinceramente io ho lavorato lentamente senza fretta e senza spingere sul vetro e questo è stato sufficiente

Una volta fatto il buco ho inserito il filo con interruttore e l’ho fatto uscire dal collo della bottiglia.

Non nego che questa “semplice” operazione non nasconda insidie e qualche parolaccia.

 

Il filo con portalampada dovrebbe essere provvisto di una vite cava attraverso cui dovranno passare i fili per poi essere connessi. Ho praticato un foro della dimensione della vite cava sul tappo in maniera tale che sia possibile avvitarela nel mio caso avevo un dado piatto ma le alternative sono:

  • colla a caldo
  • attack
  • colla epossidica

 

Da qui in poi il gioco è fatto.. ho avvitato il portalampade al tappo e collegato i fili.

 

Pronti per il “test drive”

 

In questa prima foto manca il paralume e una bella lampada a led ad effetto come quelle che vanno di moda ora.

 

 

 

 

 

 

 

 

Collegare i fili è un operazione non complicata e se sei arrivato fino a questo articolo significa che qualche operazione del genere l’hai già fatta e quindi non mi soffermo su come fare i collegamenti, ma nell’eventualità sono a disposizione per chiarimenti. Se per caso ti cimenti  nella costruzione della lampada manda qualche foto che sarò lieto di pubblicarla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *